America, minori in carcere a vita

Focus – Sono ancora centinaia le persone condannate all’ergastolo senza condizionale per crimini commessi da bambini. Solo nel 2005 la Corte suprema degli Stati Uniti ha dichiarato incostituzionale la pena di morte per imputati minorenni al tempo del reato

110

La Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia è stata approvata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 20 novembre del 1989 a New York ed è entrata in vigore il 2 settembre del 1990. L’Italia ha ratificato il documento il 27 maggio 1991 con la legge n° 176 e ne fanno parte 193 Stati. La Convenzione, all’art. 37 prevede che «né la pena capitale né l’imprigionamento a vita senza possibilità di rilascio devono essere decretati per reati commessi da persone di età inferiore a 18 anni».

Il 1° marzo 2005, la Corte suprema degli Stati Uniti ha dichiarato, nel caso Roper contro Simmons, l’incostituzionalità della pena di morte per gli imputati minorenni al tempo del reato. Nei vent’anni precedenti erano state eseguite 22 sentenze di imputati minorenni al tempo del reato, 13 nel Texas. […]

Per continuare a leggere l’analisi acquista La Voce e il Tempo del 18 febbraio 2024 nelle edicole di Torino e prima cintura 

PER ABBONARSI E LEGGERE ON LINE 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome