Catechesi del Vescovo Repole, i giovani attesi in Duomo

Torino – Riprendono venerdì 17 novembre, alle 21 in Duomo, gli incontri di catechesi dell’Arcivescovo Repole per i giovani. Titolo del ciclo di appuntamenti: “Che cosa cercate? Venite e vedrete”. Al centro delle catechesi gli “incontri” di Gesù. DIRETTA STREAMING – IL VESCOVO SCRIVE AI GIOVANI 

557

Da Torino e da Susa per ascoltare il Vescovo, per «Vedere la Parola» guidati dalla sua riflessione, per farsi spiegare il significato della bellezza del cristianesimo nella vita di ciascuno. Si tratta dei giovani delle due diocesi, dai 18 ai 30 anni, attesi in Cattedrale a Torino venerdì 17 novembre alle 20.45 per il primo dei 6 incontri organizzati quest’anno dalla Pastorale giovanile diocesana coordinata da suor Carmela Busia, con don Giorgio Garrone, rettore del Seminario, e don Simone Sassi, rettore della Comunità Propedeutica.

Un percorso che ha il suo focus nell’incontro tra il Vescovo e i giovani. Per questo non sarà una liturgia, ma un tempo – nella Cattedrale appositamente arredata con tappeti – in cui i giovani a partire da un passo biblico e in particolare, di volta in volta, da uno degli «incontri» di Gesù presentati nel Vangelo, potranno ascoltare le parole del Vescovo, farle risuonare in rapporto alla propria vita, rielaborarle…

Il «dialogo» del Vescovo con i giovani sarà suddiviso in tre momenti intervallati da un tempo in cui con l’aiuto di espressioni artistiche trasmesse sui vari schermi della Cattedrale, con frasi estrapolate dalla riflessione di mons. Repole, con la musica prodotta dal Coro Hope e dal coro del Sermig, verrà favorita l’interiorizzazione. Una domanda alla quale cercare una risposta nella e per la propria vita concluderà questa parte. Poi un tempo dedicato alla preghiera concluderà la parte della serata in Cattedrale, prima del «trasferimento» nel chiostro della Facoltà Teologica in via XX Settembre per un momento convivale. Momento di festa ma pensato anche come occasione di scambio e conoscenza per creare fraternità a partire da quanto ascoltato.

«Credo sia una occasione importante», spiega suor Busia, «per i giovani che hanno l’opportunità di convergere attorno al Vescovo e di lasciarsi guidare da lui a cogliere nella Parola del Vangelo un senso per la loro vita. Si parlerà degli incontri di Gesù e io credo che oggi i giovani in fondo abbiano il desiderio di sperimentare questo incontro con Dio o possano scoprire che è in questo incontro che possono trovare risposte alle proprie domande di senso. I giovani hanno bisogno di parole ‘vere’ e questa sarà per loro una occasione per accoglierle indipendentemente dal punto in cui sono nel cammino di fede. Il Vescovo invitandoli con una lettera il mese scorso ha semplicemente chiesto cordialità e curiosità per lasciarsi coinvolgere in una proposta che vorrebbe accompagnarli per tutto l’anno. Un anno, una nuova agenda scandita dall’ascolto, dalla preghiera dalla consapevolezza che Dio fa parte ogni giorno del quotidiano».

L’incontro viene trasmesso in streaming su www.upgtorino.it

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome