Cent’anni dell’Opera Diocesana Pellegrinaggi

Celebrazioni – Cento anni di viaggi, di incontri. E un anno di festeggiamenti – il 2024 – per ricordare il primo secolo di attività dell’Opera diocesana Pellegrinaggi di Torino. Il centenario cade in un momento terribile per la Terra Santa, che è la meta principale dei viaggi di Odp: nel calendario delle celebrazioni una serata al Santuario della Consolata il 6 maggio con il card. Pierbattista Pizzaballa, Patriarca Latino di Gerusalemme

255
Jerusalem

Cento anni di viaggi, di incontri; e cento anni di «festa», per ricordare il primo secolo di attività dell’Opera diocesana Pellegrinaggi di Torino, che cade nel 2024. Il programma delle manifestazioni viene presentato questo venerdì nell’Aula Magna del Polo teologico, in via XX Settembre. Insieme con i giornalisti sono invitati gli operatori turistici torinesi e piemontesi, grazie alla collaborazione di Turismo Torino (Dal 1999 l’Opera Pellegrinaggi è infatti anche una agenzia turistica a servizio completo, offrendo proposte di viaggio e di ospitalità, biglietteria aerea servizi di accoglienza).

Il centenario viene a cadere in un momento terribile per la Terra Santa, che è la meta principale dei viaggi di Odp: la guerra in corso non solo impedisce, per il momento, la programmazione di itinerari, ma porta alla luce la grande sofferenza e le divisioni che da molti anni incatenano quei popoli.

«A Gerusalemme, in Palestina, Israele, Giordania OdP è in grado di organizzare itinerari e proposte di viaggio che non si limitano né al solo turismo né al pellegrinaggio tradizionale», commenta il presidente dell’Opera don Massimiliano Arzaroli, «Grazie anche alle sue ‘guide bibliche’ OdP è in grado di offrire esperienze non solo di conoscenza di luoghi e persone ma anche opportunità di approfondimento dei temi della Sacra Scrittura e della fede cristiana». Le guide bibliche sono, in massima parte, sacerdoti ed esperti, docenti nelle Facoltà teologiche piemontesi. Anche molti fra gli accompagnatori laici hanno compiuto studi biblici specifici. «La scoperta dei luoghi della vita di Gesù e della prima Chiesa cristiana è sempre stata, per i nostri viaggi, anche occasione per avviare e approfondire la conoscenza con persone e situazioni che ci coinvolgono, come cristiani, ben al di là del viaggio stesso e del turismo culturale. Anche per questo le manifestazioni del Centenario porteranno un’attenzione speciale alle problematiche legate alla Terra Santa». Infatti sarà a Torino, in maggio, il cardinale Pizzaballa, patriarca di Gerusalemme.

Il programma delle celebrazioni (in questa stessa pagina) riflette tuttavia l’attenzione «globale» di Odp, che promuove viaggi e pellegrinaggi ormai in tutto il mondo. Il «pubblico» delle comunità parrocchiali è attento anche alle proposte di nuove scoperte culturali; la rete del passa parola è anche un modo concreto di costruire e consolidare amicizie che coinvolgono anche persone lontane dalle frequentazioni abituali della Chiesa…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome