Chieri, presto il “Cottolengo Hospice”: si cerca personale

Fine vita – In vista della prossima apertura del «Cottolengo Hospice» a Chieri, il progetto frutto della sinergia fra la Piccola Casa della Divina Provvidenza e la Diocesi di Torino, l’Ospedale Cottolengo, che gestirà la nuova struttura, cerca infermieri e personale amministrativo

496

In vista della prossima apertura del «Cottolengo Hospice» a Chieri (via Cesare Balbo 16), frutto della sinergia fra la Piccola Casa della Divina Provvidenza e la diocesi di Torino, l’Ospedale Cottolengo, che gestirà la nuova struttura, cerca infermieri a tempo pieno, «con esperienza e motivata propensione all’assistenza ai pazienti fragili e in fine vita». Costituisce titolo preferenziale il possesso del master in cure palliative e verrà data precedenza alla valutazione delle candidature del personale, già dipendente dell’Ospedale Cottolengo di Torino, che ne farà richiesta.

La direzione dell’Ospedale cerca, inoltre, due profili di amministrativi per gestire in autonomia tutte le pratiche di segreteria.

Chi fosse interessato può inviare la propria candidatura, indicando nel corpo della mail la posizione per cui intende candidarsi, unitamente ad un curriculum vitae aggiornato, a: selezione@ospedalecottolengo.it precisando nell’oggetto della mail: «Candidatura Hospice».

L’Hospice disporrà di 21 posti letto per pazienti bisognosi di cure palliative e della terapia del dolore, soprattutto nella fase terminale della vita terrena.

«Proprio nel luogo dove san Giuseppe Benedetto Cottolengo è morto santamente 180 anni fa (il 30 aprile 1842), spiegano dal Cottolengo, «la Piccola Casa intende accompagnare le persone a concludere la propria giornata terrena con dignità, nella vicinanza dei famigliari e con un’assistenza qualificata».

Per ulteriori informazioni sulla presentazione delle candidature: sito Cottolengo

Per sostenere il «Cottolengo Hospice»

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome