La guerra, la Nato e la corsa alle armi

Business mondiale – Il conflitto in Ucraina e il caos geopolitico. Il boom della spesa militare e globale (i soli Stati Uniti prevedono di spendere 1.000 miliardi di dollari nel trentennio 2015-2045). Le trasformazioni dell’industria bellica. L’allarme per il rinnovo degli arsenali atomici. Il caso delle Germania

268

Oltre a enormi quantità di vittime, immani distruzioni materiali e devastanti terremoti sociali – come le gigantesche masse di profughi interni ed esteri – quali altre conseguenze provoca una guerra?

Tra gli effetti più puntuali c’è la corsa a procurarsi nuovi armamenti, sia per sostituire quelli ‘consumati’ nel conflitto, sia per dotarsene di nuovi e più moderni in nome della necessità, per i vincitori, di mantenere la superiorità militare acquisita sul campo e, per gli sconfitti, di alimentare immancabili aspirazioni di rivincita.

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO ACQUISTA LA VOCE E IL TEMPO DEL 10 LUGLIO 2022 IN EDICOLA O NELLE PARROCCHIE

PER ABBONARSI 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome