Giovani e politica, 400 studenti nei laboratori della Diocesi

Torino – Parte l’«Officina Apprendisti», l’iniziativa lanciata dalle Piccole Officine Politiche della Pastorale Sociale e del Lavoro della diocesi di Torino che – attraverso un progetto realizzato con il sostegno della Fondazione CRT – quest’anno coinvolge oltre 400 ragazzi tra i 12 e i 18 anni, perlopiù studenti delle scuole superiori e della formazione professionale

37

L’obiettivo è avvicinare i giovani al mondo della politica, spiegandone i vari aspetti attraverso un approccio e un linguaggio a loro misura, promuovendo il valore della democrazia come luogo del dialogo e della ricerca delle migliori condizioni per vivere, educando alla coscienza critica e alla cultura dell’approfondimento. Di questo impegno si fa carico l’«Officina Apprendisti», una delle iniziative lanciate dalle Piccole Officine Politiche della Pastorale Sociale e del Lavoro dell’Arcidiocesi di Torino che – attraverso un progetto realizzato con il sostegno della Fondazione CRT e, in particolare, grazie all’attivo interessamento del consigliere Giampiero Leo – quest’anno coinvolge complessivamente oltre quattrocento ragazzi di età compresa tra i dodici e i diciotto anni, perlopiù studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado e giovani della formazione professionale di Torino e area metropolitana.

Un diffuso sentimento di sfiducia e di distanza rappresenta oggi il segno evidente della crisi nel rapporto tra cittadini e mondo della politica. Una relazione che si può modificare partendo dai giovani, mettendoli nella condizione di sentirsi protagonisti e non solo ricettori di contenuti. «È importante – osserva il Vescovo ausiliare mons. Alessandro Giraudo – tener conto dei mutamenti avvenuti nelle idee e negli atteggiamenti dei giovani stessi. È cambiato il loro modo di approcciare e considerare le questioni sociali e, soprattutto, appaiono tutt’altro che indifferenti se avvicinati e stimolati nel modo giusto. Le iniziative dalla Pastorale sociale e del lavoro lo confermano e mostrano la forte esigenza di affrontare con le giovani generazioni i temi legati al sociale e al politico. Siamo altresì contenti di portare l’Officina Apprendisti come buona pratica all’interno del contesto della prossima Settimana Sociale dei Cattolici, che si terrà a Trieste dal 3 al 7 luglio».

«L’Officina apprendisti’ è un vero e proprio laboratorio di cittadinanza e di futuro ed è per questo che Fondazione CRT, da sempre a fianco delle iniziative che valorizzano e formano il capitale umano, sostiene questo progetto della Pastorale Sociale e del Lavoro dell’Arcidiocesi di Torino, da anni in prima linea nella formazione sociale e politica – afferma il presidente di Fondazione CRT, Fabrizio Palenzona – È attraverso queste attività che i giovani possono riscoprirsi protagonisti attivi della società e delle istituzioni, con la speranza che le nuove generazioni trovino lo stimolo per portare idee nuove ed energie all’interno del dibattito politico».

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome