Giubileo 2025, Ostensione della Sindone per i giovani

Iniziative della Diocesi – Con la visita del card. Pierbattista Pizzaballa sabato 4 e 5 maggio, festa liturgica della Sindone, inizia il cammino in preparazione al Giubileo del 2025. In programma un’Ostensione riservata ai giovani e una “Tenda della Sindone” aperta a tutti, allestita in piazza Castello con video e proposte di approfondimento sul Telo. GALLERY 

366

La visita del Patriarca di Gerusalemme dei Latini, card. Pierbattista Pizzaballa, e un’Ostensione della Sindone dedicata ai giovani che segnerà il cuore delle celebrazioni promosse dalla diocesi di Torino in occasione del Giubileo del 2025. Così l’Arcivescovo Roberto Repole, nella mattinata di venerdì 26 aprile, presso il Polo Teologico torinese in via XX Settembre 83, ha presentato il cammino diocesano in preparazione all’Anno giubilare a partire dal prossimo sabato 4 maggio, festa liturgica della Sindone, quando la città accoglierà il Patriarca di Gerusalemme. Invitato da Repole, nell’ambito delle celebrazioni per il centenario dell’Opera diocesana pellegrinaggi che in questo periodo di conflitto ha dovuto interrompere i viaggi in Terra Santa, il card.Pizzaballa testimonierà con la sua viva voce negli incontri in programma a Torino sabato 4 e domenica 5 maggio, la sofferenza e l’orrore della morte che la comunità cristiana e i popoli che vivono nella Terra dove è nato Gesù stanno subendo a causa della guerra che insanguina da anni quei territori e che negli ultimi mesi miete migliaia di vittime non risparmiando neppure i bambini. Lo ha sottolineato il presidente dell’Opera Pellegrinaggi, don Massimiliano Arzaroli, che ha ricordato come «l’Opera è nata un secolo fa soprattutto per favorire i viaggi in Terra Santa e consolidare il legame di solidarietà con i cristiani della regione». Una visita, quella del Patriarca di Gerusalemme, che segna in modo straordinario l’avvio del percorso diocesano in preparazione al Giubileo «in una situazione che sempre più mette a rischio la convivenza non solo in Medio Oriente ma nel mondo intero».

La visita del Patriarca – Due giornate torinesi fitte di appuntamenti quelle del card. Pizzaballa: sabato 4, dopo l’incontro con i giornalisti e gli operatori turistici, alle 18 in Cattedrale presiede con l’Arcivescovo Repole la Messa nella festa della Sindone; alle 21 al Santuario della Consolata la conferenza moderata da Marco Bonatti aperta a tutta la cittadinanza e alla comunità cristiana, nell’ambito del ciclo di serate promosso dal settimanale diocesano «La voce e il Tempo». Domenica il cardinale incontrerà nella Basilica di Maria Ausiliatrice i giovani del Movimento giovanile salesiano, si recherà alla Cittadella della Carità Torinese – la Piccola Casa della Divina Provvidenza il Cottolengo – e al Sermig in piazza Borgo Dora. In serata la partenza per Tel Aviv. Il programma dettagliato della visita del Patriarca e del centenario dell’Opera diocesana pellegrinaggi è sul sito www.odp.it.

La Sindone – E non è un caso che il Patriarca Pizzaballa giunga a Torino proprio in occasione della festa liturgica della Sindone che caratterizzerà anche le iniziative diocesane del Giubileo del 2025. «Per la Chiesa torinese» ha detto l’Arcivescovo Repole, custode pontificio della Sindone, «il Telo sindonico è un grande documento della fede e della speranza: quell’immagine richiama direttamente la passione di Cristo e la sua risurrezione, che ci coinvolge tutti. Per l’intera comunità civile torinese e piemontese Sindone significa anche patrimonio religioso e culturale, e forte elemento di richiamo di pellegrinaggio e di turismo».  Per questo in molti si aspettano che per il Giubileo si promuova un’ Ostensione «classica» e pubblica del Telo, come accaduto nel 2015 durante la visita apostolica di Papa Francesco nel Bicentenario di don Bosco, «ma vorremmo realizzare, a maggio 2025, una proposta diversa: sfruttando le opportunità del digitale, si offrirà a tutto il mondo l’occasione di un pellegrinaggio alla Sindone attraverso programmi dedicati e collegamenti speciali. Verrà poi allestita in piazza Castello una tenda della Sindone’ che, nei giorni della festa liturgica, offrirà ai torinesi e ai turisti la possibilità di conoscere il Telo, la sua storia e il suo significato» ha proseguito Repole. «Tra i documenti sulla Sindone, fanno parte di questa proposta i video e i podcast promossi dall’Associazione Officina Cultura e Territorio e prodotti da Officina della Comunicazione che da oggi sono disponibili sul sito della diocesi (www.diocesi.torino), e voglio ringraziare autori e realizzatori per il servizio che rendono al cammino pastorale della nostra diocesi». I 4 filmati della docu-serie sul Telo diretti da Omar Pesenti e i podcast proseguono il viaggio di approfondimento sugli aspetti storici, scientifici, religiosi e culturali della Sindone realizzato con la consulenza del Centro internazionale di studi sulla Sindone diretto dal prof. Gian Maria Zaccone.

L’Ostensione per i giovani – «C’è una categoria di persone» ha poi annunciato l’Arcivescovo «a cui guardiamo con grande attenzione e che mi sta molto a cuore ma che spesso la nostra società considera più come un problema che come una risorsa: sono i giovani della nostra diocesi, che in questi ultimi mesi hanno partecipato al cammino di catechesi ‘Vedere la Parola’ tenuto in Duomo e al Santo Volto e che si concluderà venerdì 17 maggio. Con loro, per loro e per tutti i giovani stiamo studiando un momento di incontro particolare con la Sindone, un’ Ostensione riservata a loro nell’ambito delle iniziative del Giubileo, di cui daremo conto via via che si procede nella preparazione. Credo che una Chiesa che non trasmette il Vangelo ai giovani, che non risponde alle loro domande di senso, non svolge la sua missione».

L’Arcivescovo ha poi ringraziato tutti i partner che stanno collaborando al programma di iniziative per il Giubileo: Regione Piemonte, Città di Torino, Fondazione Carlo Acutis, Camera di commercio di Torino, Fondazione Crt e società Reply, che provvederà alle realizzazioni digitali del progetto per il Giubileo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome