É morto a Torino il biblista mons. Giuseppe Ghiberti

È morto sabato 2 settembre mons. Giuseppe Ghiberti, un addio che la Chiesa torinese vive con dolore e molta commozione. Biblista, studioso della Sindone, collaboratore e amico di Benedetto XVI, Ghiberti è stato un maestro molto amato da generazioni di preti e di fedeli.  Martedì scorso i funerali presieduti dall’Arcivescovo Repole

1534

È morto sabato 2 settembre mons. Giuseppe Ghiberti, 88 anni. Era ospite da qualche mese della Casa del Clero di Torino, dove si era trasferito quando l’aggravarsi della malattia aveva imposto il ricovero, e dove è stato accompagnato con grande competenza e sollecitudine dalle suore e dal personale della Casa.  

Mons. Ghiberti è stato un punto di riferimento per la Chiesa torinese ma anche per la città e il territorio piemontese: per molti anni, infatti, ha seguito le vicende della Sindone, curando la preparazione, pastorale e organizzativa, delle ostensioni del 1998, 2000 e 2010, facendo parte del Comitato preparatorio insieme con i rappresentanti di Comune, Provincia, Regione Piemonte, fondazioni bancarie e imprese. Attualmente era presidente d’onore della Commissione diocesana per la Sindone e assistente ecclesiastico della Confraternita del Santo Sudario.

La passione per la Sindone ha sempre accompagnato e integrato l’attività professionale di mons. Ghiberti, professore di Nuovo Testamento alla Facoltà teologica torinese (di cui fu anche a lungo direttore) e all’Università Cattolica di Milano. L’arcivescovo mons. Roberto Repole è stato suo allievo a Torino e lo ricorda con grande affetto e stima: «Mons. Ghiberti è stato in ogni senso un maestro. Come insegnante ci ha trasmesso la passione profonda per la conoscenza della Parola di Dio; come uomo e come prete ci ha testimoniato, con grande semplicità e delicatezza, la gioia di una vita condotta ‘davanti agli occhi del Signore’, animata dalla fede nella salvezza di Gesù Cristo».

Don Ghiberti ha continuato per tutta la vita la ricerca sulle materie bibliche e in particolare sul Vangelo di Giovanni; per diversi mandati ha fatto parte della Pontificia Commissione Biblica, il più importante centro di studi e dottrina biblica della Chiesa cattolica. Responsabile della Commissione fu a lungo il cardinale Joseph Ratzinger, che con Ghiberti ha coltivato una grande amicizia anche dopo l’elezione al Pontificato.

Giuseppe Ghiberti era nato a Murello, provincia di Cuneo e diocesi di Torino, il 16 settembre 1934. Prete dal 1957 e professore della Facoltà teologica, ha coltivato – oltre alla Sindone – un forte impegno nel campo dell’ecumenismo, animando gli incontri dell’Amicizia ebraico – cristiana e del dialogo interreligioso.

La camera ardente per mons. Ghiberti è aperta da lunedì alle 12 nella chiesa del Santo Sudario in via San Domenico; rosario: lunedì alle 20.30 a Santa Rita, funerali, presieduti da mons. Repole, martedì 5 settembre alle 15.30 sempre a Santa Rita, dove don Ghiberti per molti anni ha svolto l’ufficio di cappellano nei fine settimana. La salma sarà tumulata nell’Ampliazione IV – Clero del Cimitero Monumentale di Torino.

1 COMMENTO

  1. Grande studioso e appassionato della Paola di Dio.
    È stato il mio professore per l’esegesi del Vzngelo di Giovanni.
    Ricordo il suo sguardo, la sua gioia e competenza nell’insegnamento.
    Grazie professore, la Maddonna lo introduca a cospetto della Trinità Maria – bari

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome