In corso Palermo “una Buona notizia per Barriera”

Periferie – Sul muro esterno dell’oratorio Maria Regina della Pace dalla Domenica delle Palme, 24 marzo, è affissa «Una buona notizia per Barriera». I giovani della parrocchia, guidata dallo scorso ottobre da sacerdoti della fraternità del Sermig, hanno infatti appeso alcuni pannelli che rappresentano un cambiamento possibile per il quartiere

105

In corso Palermo sul muro esterno dell’oratorio Maria Regina della Pace dalla Domenica delle Palme, 24 marzo, è affissa «Una buona notizia per Barriera». I giovani della parrocchia, guidata dallo scorso ottobre da sacerdoti della fraternità del Sermig, hanno infatti appeso alcuni pannelli lungo tutta la parete dell’oratorio che rappresentano un cambiamento possibile per il quartiere, segnato dal disagio, a partire dall’impegno concreto per il proprio territorio sperimentato negli ultimi mesi.

«Un giorno di qualche mese fa», scrivono i giovani della Pace, «insieme ai nostri sacerdoti abbiamo provato a metterci in ascolto del quartiere: abbiamo così iniziato a camminare insieme per le strade di Barriera osservandole davvero. Il nostro sguardo è cambiato, scoprendo tanta bellezza e, soprattutto, che non è impossibile iniziare un miglioramento».

Così l’oratorio nelle scorse vacanze di Natale ha spalancato le porte su Barriera ed è approdato sul piazzale di corso Palermo con calcio balilla, ping pong e animazione per bambini, ragazzi, giovani e famiglie. A fine anno si è poi tenuta una marcia della Pace, affollatissima, per le vie della zona che ha mostrato tutta la bellezza e le potenzialità del territorio. I giovani dell’oratorio in diverse occasioni si sono poi messi a pulire le strade limitrofe alla parrocchia e a prendersi cura del territorio, coinvolgendo la comunità e i cittadini.

Le foto di tutte queste attività sono ora impresse sul muro dell’oratorio che si affaccia sulla piazzetta dello spaccio e del degrado, in uno dei tratti dove i problemi delle grandi periferie torinesi sono più accentuati.

«La mostra», sottolinea Francesca Campogrande, vicepresidente dell’associazione dell’oratorio della Pace, «rappresenta anche un invito al quartiere e a tutta la città a venire a vedere una ‘buona notizia’ per il quartiere: le difficoltà sono enormi, ma siamo convinti, perché l’abbiamo sperimentato, che sia possibile un cambiamento per vivere bene in Barriera. In primo luogo siamo cambiati noi come giovani, abbiamo abbandonato un senso di rassegnazione o di paura diventando motori di una trasformazione a partire da piccoli gesti quotidiani che ci auguriamo possano coinvolgere sempre di più le persone che vivono nella zona».

Durante l’allestimento della mostra molti cittadini si sono fermati incuriositi e hanno poi partecipato all’inaugurazione che si è tenuta alle 17 di domenica 24 marzo con i co-parroci don Andrea Bisacchi e don Marco Vitale, il viceparroco don Alessandro Rossi, i giovani e tutta la comunità.

Le foto dei pannelli sono state scattate da Andrea Pellegrini, fotografo del Sermig e de La Voce e Il Tempo.

La mostra rimarrà esposta per alcuni mesi poi i pannelli saranno sostituiti con altre «buone notizie» che emergeranno e si diffonderanno.

1

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome