L’augurio dell’Arcivescovo Repole per la fine del Ramadan

Festa del Eid al-fitr” – L’Arcivescovo mons. Roberto Repole, in occasione della fine del mese di digiuno del Ramadan (21-22 aprile 2023) ha inviato un messaggio ai fedeli musulmani

329

Cari amici musulmani,

vi scrivo per porgevi gli auguri miei personali e della Chiesa cattolica di To­rino mentre volge al termine il digiuno del mese del Ramadan e vi preparate a celebrare la festa di Eid al-fitr. Mese importante di digiuno, non solo di astensione da cibi e bevande ma anche di autodisciplina, per rafforzare il vo­stro spirito a rigettare le abitudini e le azioni cattive contro il prossimo. Mese della preghiera, per adorare e lodare Dio e consolidare la fede. Mese dell’ele­mosina, per imparare la solidarietà verso i bisognosi.

Anche noi cristiani abbiamo concluso da pochi giorni la Quaresima e ab­biamo celebrato la festa della Pasqua. In questo tempo anche noi siamo stati più assidui nell’adorazione e nella lode di Dio con la preghiera e abbiamo rinnovato la nostra volontà di servire il prossimo, qualunque persona biso­gnosa, senza distinzioni.

Sono trascorsi soltanto quattro anni da quando Papa Francesco e il Grande Imàm di al-Azhar Ahmed al Tayyeb hanno firmato congiuntamente il «Docu­mento sulla Fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune» (Abu Dhabi, 4 febbraio 2019). Nella Prefazione essi ci spiegano che è “una dichiaratone comune di buone e leali volontà, tale da invitare tutte le persone che portano nel cuore la fede in Dio e la fede nella fratellanza umana a unirsi e a lavorare insieme, affinché esso diventi una guida per le nuove generazioni verso la cultura del reciproco ri­spetto, nella comprensione della grande grazia divina che rende tutti gli esseri umani fra­telli”.

Accogliamo dunque con mente pronta e cuore generoso la loro esortazione a perseverare nel dialogo fraterno tra credenti in Dio e a collaborare insieme, affinché tutti gli uomini davvero possano accogliere questo importante mes­saggio di fratellanza e di pace universale che Dio ci dona.

Ricevete il mio augurio e della Chiesa di Torino: che Dio doni la pace e la concordia alle vostre famiglie, fortifichi i vostri giovani, benedica i vostri bambini! Buon Eid al-fitr.

+ Roberto Repole, Arcivescovo di Torino e Vescovo di Susa

Mons. Repole per Termine digiuno Ramadan

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome