L’incognita dell’Iran nella guerra

Medio Oriente – Il 3 gennaio duplice attentato a Kerman: due kamikaze si sono fatti esplodere causando la morte di 100 persone e 300 feriti. Si tratta del più grave attacco subìto dal Paese degli ayatollah dal 1979

128

«Il momento e il luogo della vendetta iraniana saranno scelti con determinazione dalle Forze armate di Teheran». Quante volte le autorità iraniane hanno minacciato terribili rappresaglie agli autori degli attentati che hanno colpito il loro territorio o la loro presenza militare nei Paesi vicini?

Dovevano essere durissime rappresaglie contro i nemici, ma non si sono mai realizzate. Da una parte, anche per il caos che regna in Medio Oriente, non è semplice individuare i responsabili e i mandanti degli attacchi sul suolo iraniano e dall’altra non è conveniente neanche per Teheran allargare all’intera regione il conflitto in corso tra Israele e Hamas, anche se il rischio è sempre presente. […]

Per continuare a leggere l’analisi acquista La Voce e Il Tempo del 14 gennaio 2024 nelle edicole di Torino e prima cintura

PER ABBONARSI 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome