Nosiglia invita i torinesi alla fiaccolata per il lavoro

Venerdì 13 dicembre – L’Arcivescovo esorta la società civile a prendere parte alla fiaccolata promossa alle 20, da piazza Arbarello a piazza Castello, dalle organizzazioni sindacali per richiamare l’attenzione sul grave problema che assilla diverse imprese dell’area torinese: la chiusura delle aziende, il rischio della disoccupazione e del declino territoriale

752
L'Arcivescovo Nosiglia ai cancelli dell'Ex Embraco con i lavoratori e il sindaco di Riva presso Chieri il 3 dicembre 2019

Venerdì 13 dicembre alle 20 si terrà a Torino, da piazza Arbarello a piazza Castello, una fiaccolata promossa dalle organizzazioni sindacali per richiamare tutta la comunità torinese attorno al grave problema che assilla diverse imprese del nostro territorio: la chiusura delle aziende e il rischio delle disoccupazione e del declino territoriale.

L’Arcivescovo e la Diocesi aderiscono a tale iniziativa attraverso la partecipazione dell’Ufficio Pastorale Sociale e del Lavoro, invitando tutte le comunità cristiane a partecipare quale segno di solidarietà e vicinanza  alle tante persone e famiglie che rischiano di dover affrontare un futuro di grande e ingiusta difficoltà.

Il lavoro è uno dei primari diritti dell’uomo e oltre a garantire la sicurezza della propria vita ne sostiene la dignità, la speranza e l’espressività. Il Papa nel suo discorso a Torino nel 2015 ha affermato con forza: “il lavoro non è necessario solo per l’economia ma per la persona umana, per la sua dignità e per l’inclusione sociale. Senza il lavoro aumentano le diseguaglianze economiche e sociali, tante persone si impoveriscono e hanno problemi per la casa, la salute, l’istruzione dei figli e altri beni primari”.

Abbiamo pertanto bisogno di costruire nuovi cammini di speranza e futuro per il lavoro, per le persone e per la nostra comunità torinese.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome

4 × uno =