“Sentirsi a casa in Oratorio”, i percorsi di formazione verso l’estate

Oratori estivi 2023 – La NOI Torino, in stretta sinergia con l’Ufficio di Pastorale giovanile, propone «At home. Sentirsi a casa in Oratorio», il percorso formativo per coordinatori, per educatori giovani e adulti e per animatori.

233

Con la Quaresima, tempo forte dello spirito, anche gli Oratori sono chiamati ad una più intensa attenzione alla formazione spirituale e pastorale. È tempo, infatti, di pensare già alle attività estive, perché possano essere un’autentica esperienza educativa, per i bambini, i ragazzi e gli adolescenti, come per i giovani e gli adulti coinvolti. L’esperienza insegna che una buona estate in Oratorio inizia già in inverno, con la formazione remota della comunità educante. Al primo posto sono le quattro Lectio Divina per giovani, guidate in Cattedrale dal nostro Arcivescovo, mons. Roberto Repole, il 3 marzo, il 1° aprile, il 5 e il 27 maggio, per un forte cammino spirituale in ascolto della Parola di Dio.

Da un punto di vista più educativo, la NOI Torino, in stretta sinergia con l’Ufficio di Pastorale giovanile, propone inoltre fin d’ora «At home. Sentirsi a casa in Oratorio», il percorso formativo per coordinatori, per educatori giovani e adulti e per animatori.

Quest’anno l’offerta formativa cerca di tradurre e di rispondere alle esigenze emerse dal discernimento sui «germogli» richiesto dal nostro Arcivescovo, mons. Roberto Repole. Anche gli Oratori sono stati, infatti, coinvolti nel riconoscere le esperienze che danno fondamenta alla vita interiore, che testimoniano la bellezza del Vangelo, che abilitano la presenza battesimale dei cristiani nel mondo, che condividono la vita cristiana, cioè le iniziative o i momenti di Chiesa più veri e promettenti nel territorio. È risultato in modo chiaro che gli «Oratori» sono essi stessi dei «germogli» e, in particolare, quegli Oratori che possono godere della presenza di giovani e di adulti, uniti nel legame intergenerazionale. È inoltre emerso un grande desiderio di comunità, di «fare casa» in Oratorio e attraverso l’Oratorio.

In fedeltà al discernimento sui «germogli», l’Ufficio di Pastorale Giovanile e la NOI Torino indicano dunque la priorità nella formazione dei coordinatori di Oratorio estivo, con incontri ad hoc sui territori e con una giornata comune diocesana, sabato 13 maggio 2023, dalle ore 9 alle ore 18, presso il Centro di Pastorale giovanile di viale Thovez 45, a Torino. Sarà articolata in tre moduli, con tre «sguardi» educativi: cosa significa coordinare l’Oratorio estivo? Come introdurre e accompagnare gli adolescenti nel servizio dell’animazione estiva? Come aiutarli nella relazione con i più piccoli che sanno loro affidati?

Con il break di metà mattina e il pranzo alle 13.30, la giornata si concluderà alle ore 18, con la consegna di linee guida per l’indispensabile e delicato servizio di coordinatori di Oratorio.

Altri due percorsi, sulla stessa linea di pensiero, sono stati preparati per le due fasce di età degli educatori e delle educatrici giovani (over 18) e per gli animatori e le animatrici adolescenti. Questi due itinerari sono realizzabili nei singoli Oratori o a livello inter-parrocchiale o di Unità Pastorale, scrivendo alla NOI Torino o all’Ufficio di Pastorale Giovanile (sui siti www.noitorino.it e www.upgtorino.it si trovano tutte le informazioni necessarie).

Possa davvero l’Oratorio essere «casa» delle generazioni perché, soprattutto i più giovani, possano sentirsi at home, a casa nella Chiesa!

don Luca RAMELLO – don Stefano VOTTA   

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome