È tornato il Pellegrinaggio di Superga

Torino – Domenica 19 maggio, con partenza dalla Basilica di Maria Ausiliatrice, si è tenuto il 31° Pellegrinaggio a piedi Torino-Superga. È stato promosso dall’Associazione Parrocchia San Pellegrino e dalla Parrocchia Santa Giulia in collaborazione con altre parrocchie, movimenti, gruppi e associazioni della Diocesi di Torino

99

Domenica 19 maggio alle 8.30 è partito dalla Basilica di Maria Ausiliatrice il 31° Pellegrinaggio a piedi Torino-Superga. È stato promosso dall’Associazione Parrocchia San Pellegrino e dalla Parrocchia Santa Giulia in collaborazione con altre parrocchie, movimenti, gruppi e associazioni della Diocesi di Torino. L’intenzione che ha animato i promotori è stata quella di proporre un gesto di preghiera personale e comunitario, come ha chiesto il Papa, per la fine della guerra in Ucraina, in Terra Santa e in tante altre parti del mondo.

Sono state ricordate e affidate alla Madonna delle Grazie tutte le vittime delle guerre e delle numerose altre tragedie del nostro tempo che colpiscono i più deboli, gli indifesi, gli emarginati, gli ultimi.

Il Pellegrinaggio, partito dal Basilica di Maria Ausiliatrice, è proseguito per le vie della città e ha affrontato la salita fino al colle di Superga dove sorge la Basilica dedicata alla Madonna delle Grazie, che «ha tante grazie che nessuno chiede». Durante il cammino si è recitato il rosario, con meditazioni intervallate da canti e letture.

«Il Pellegrinaggio – spiegano gli organizzatori – vuole essere un gesto di devozione e offerta di sé, paradigma del cammino della vita, cammino personale, del proprio io ma insieme ad altri, segno dell’unità tra gli uomini; cammino in cui si prega cioè si domanda: domanda di bisogni particolari e materiali che sono il segno del grande bisogno della vita e cioè il bisogno di significato, di pienezza e di compimento, in una parola bisogno della risposta che solo Cristo può dare».

Ulteriori informazioni sono sul sito internet: pellegrinaggiodisuperga.it 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome